Scopri il mondo di idraulici e lattonieri con noi

Come diventare idraulico


Oggi giorno molti lavori richiedono esperienza e professionalità. La serietà di un mestiere si misura dai feedback dei clienti e dalla capacità di portare a termine un compito. Fare l'idraulico non è compito facile, soprattutto in un periodo in cui è necessario possedere specifiche caratteristiche indicate dalla legge, in assenza delle quali è pressoché impossibile lavorare senza ritrovarsi nella sfera dell'illegale.

Un tempo bastava avere forza di volontà e le abilità giuste, ma attualmente la professione dell'idraulico è molto più specifica, a maggior ragione se trattasi di installare impianti che richiedono l'abilitazione al rilascio di determinati certificati.

Nonostante tutto è possibile diventare idraulico seguendo un iter particolare, che parte dalla conclusione delle scuole dell'obbligo per giungere all'ottenimento di un attestato che qualifichi la professione a norma di la legge.

Se l'intenzione di un giovane è quella di intraprendere la carriera di un tecnico certificato, basterà optare per un istituto di istruzione secondaria ad indirizzo professionale o tecnico che preveda lo studio di materie quali l'idraulica, l'elettronica, la termodinamica, la fisica. Il diploma accerterà le competenze teoriche. E' possibile perfezionare il percorso di studi scegliendo un corso di laurea abilitante, che inglobi una serie di esami specificamente rivolti al campo dell'idraulica. Sarà necessaria, ed in alcuni casi obbligatoria, l'esperienza presso un'impresa che svolga attività di impiantistica. Il tirocinio potrà essere di uno o due anni, a seconda se si possiede una laurea, un diploma o si richieda la qualifica professionale senza aver sostenuto un percorso di studi specifico.

Può capitare però che, perso un lavoro completamente diverso, ci si rivolga al settore dell'idraulica per reinventarsi e tentare di intraprendere una nuova professione. In assenza di titoli di studio, e a prescindere dall'età anagrafica, è sempre possibile diventare idraulici svolgendo attività sul campo per un periodo compreso fra i tre e i sei anni di esperienza, che variano in base al tipo di lavoro svolto all'interno di una ditta.

Una volta ottenuta la qualifica, si potrà scegliere se tentare la strada dell'imprenditore, aprendo una partita IVA e gestendo un'attività in proprio (sotto forma di società, di impresa familiare, di piccola azienda o di libero professionista) o propendere per la collaborazione con realtà già presenti nel settore.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Con la prosecuzione della navigazione su WebIdraulici.com, o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie